Chiamalo col suo nome: Luca Guadagnino, regista di Suspiria

Dopo il debutto alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, arriva il 1° gennaio 2019 al cinema l’horror Suspiria, liberamente ispirato alla pellicola di Dario Argento.

A dirigere il film è l’acclamato regista Luca Guadagnino, autore di Chiamami col tuo nome. Aspettando di vedere questa nuova sfida in sala, scopri la multiforme carriera di questo straordinario artista.

Dagli esordi nel documentario alla fiction

Luca Guadagnino nasce a Palermo nel 1971, ma compie gli studi universitari a Roma, dove si laurea in Lettere Moderne, con una tesi dedicata al compianto regista de Il silenzio degli innocenti Jonathan Demme.

Fa il suo esordio dietro la macchina da presa alla fine degli anni ’90, dirigendo alcuni documentari e realizzando, nel 1999, il suo primo vero lungometraggio: The Protagonist, attraverso il quale ha la possibilità di conoscere quella che diverrà la sua attrice feticcio: la britannica Tilda Swinton.

Melissa P. e il cinema d’autore

Prima di affermarsi come vero e proprio autore cinematografico, Luca Guadagnino si è concesso anche un deviazione nel cinema più “commerciale” con Melissa P., trasponendo sul grande schermo il celebre romanzo di Melissa Panarello, 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire.

Al film citato, che ha riscosso grande successo di pubblico in Italia, sono seguiti due film prettamente autoriale, dove Guadagnino è tornato a collaborare con Tilda Swinton: Io sono l’amore (2009), che è stato candidato anche ai Golden Globe come Miglior Film Straniero, e A Bigger Splash, presentato alla 72a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il successo di Chiamami col tuo nome

Il biennio 2017-2018 è stato però quello della consacrazione per Luca Guadagnino. Il regista italiano ha infatti ricevuto il plauso di critica e pubblico per il suo emozionante dramma Chiamami col tuo nome, candidato a 5 premi Oscar e vincitore di quello per la Miglior Sceneggiatura.

Un’opera prettamente autoriale, quella del regista palermitano, che guarda al cinema di Bernando Bertolucci per raccontare – con estremo pudore – l’educazione sentimentale e sessuale di un giovane americano nell’Italia dei primi anni ’80.

Suspiria, l’horror più atteso della stagione

Con Suspiria, Luca Guadagnino si cimenta per la prima volta nella sua carriera nel cosiddetto cinema di genere (l’horror), naturalmente rielaborandolo attraverso la sua sensibilità autoriale.

Il film, che è una rivisitazione del classico di Dario Argento, è un horror psicologico e fantastico che racconta la storia della giovane promessa della danza Susie Bannion che si reca a Berlino per entrare a far parte della celebre Markos Tanz Company, un’importante scuola di danza, ma rimarrà coinvolta in agghiaccianti eventi paranormali.

Un film atteso e assolutamente da non perdere, anche per la presenza di Luca Guadagnino dietro la macchina da presa e che, dopo la presentazione veneziana, sarà nei cinema italiani dal 1° gennaio 2019.

 

2018-12-12T12:45:29+00:00
close-link